Archivio

Scherma: 3 giovanissimi ai Nazionali!! Scherma: 3 giovanissimi ai Nazionali!! 11 aprile 2016 - Ambra Ferranti di Fabrizio OrsiniBrescia, 9 aprile 2016La terza prova del Gran Premio Giovanissimi riservata agli Under 14 di Scherma si è svolta a Brescia. E' la gara di fine anno regionale, che apre alla fase nazionale che si svolgerà, per le nostre atlete, a fine aprile presso il Playall di Riccione.Anche questa volta Artemisia Pettorossi si è dimostrata all'altezza del podio, giungendo per la terza volta consecutiva terza. A premiarla il Campione del mondo e olimpico Andrea Cassarà, che organizzava la gara assieme alla società di sua proprietà, la Schermabrescia srl.Location perfetta, illuminazione ben dosata, molto ampio il parterre e ben 15 pedane, per un totale di 576 atleti. L'ottima organizzazione ha consentito di concludere la gara in tempi ragionevoli, alle 16.00, a differenza della precedente prova di Varese che si concluse ben oltre le 18.30.Tre gironi per nulla facili, in un'epoca in cui il fioretto italiano, specie femminile, sta diventando un'arma dalla durissima selezione. La fanfullina Artemisia, con la sua muscolosa treccia bionda, si presentava in gara molto carica. I lunghi mesi precedenti, segnati da qualche assenza dovuta a malattia, gite scolastiche e impegni vari, non le hanno garantito la giusta continuità, ma il suo carattere tenace e battagliero l'hanno mantenuta coriacea come il suo solito.Il girone, sulla carta, non faceva presagire niente di difficile, Artemisia risultava la più forte del gruppo, dopo la brianzola Fontana. Infatti terminava la prima parte di gara mostrando un risultato sconvolgente: 3 cappotti (5-0) e un solo assalto terminato 5-1. Aliquota da sogno per entrare immediatamente nelle prime otto senza dolore, cioè senza disputare la prima eliminazione diretta.Al primo assalto eliminatorio si ritrova davanti la minuta ma difficile brianzola Fontana che aveva già affrontato nel girone. L'assalto si fa subito complesso per l'enorme difficoltà nel gestire la paura di perdere. A turno vanno in vantaggio una volta a testa, ma solo di una stoccata per volta, rincorrendosi nel risultato pareggiando colpo su colpo. Al minuto di pausa dopo i primi tre soffertissimi, i rispettivi allenatori danno le informazioni di rito per poter superare gli svantaggi. La situazione rimane invariata fino all'otto pari, quando la fanfullina va in vantaggio dopo un lento studio dell'avversaria portandosi a una sola stoccata dal concludere l'assalto e staccare il pass per la semifinale. L'ultima stoccata arriva dopo un complesso scambio di ferro, ma che con freddissima lucidità viene sferrata dalla Pettorossi lasciando l'avversaria muta. Nel frattempo aveva rotto l'arma sul petto dell'avversaria cambiando anche il passante. Strette di mano e cambio pedana in pochi minuti per l'assalto successivo con la bresciana Giulia Rolfi della società Leonessa.Assalto lunghissimo ed estenuante. la fase di studio è angosciante per entrambe, che per la prima frazione rimane in parità sul 3-3, mentre nella seconda frazione pur continuando con la medesima lentezza, vede la Rolfi prendere coraggio e assegnare due stoccate con un minuto di distanza fra loro, lasciando solo una manciata di secondi per poter chiudere l'assalto che ovviamente non bastano. La fanfullina salirà sul podio per il terzo posto, mentre la Rolfi perderà con la Rossi della Schermabrescia che giocava in casa.Gli allenatori sono contenti nel vedere che il lavoro svolto fino a oggi mantiene alto il tenore schermistico e la forza atletica. Si dovrà lavorare ancora molto per fare il salto psicologico e tirar fuori tutte le sue potenzialità, ma siamo fiduciosi.Il prossimo appuntamento sarà il 27 aprile a Riccione per la prova nazionale, dove ci sarà anche la giovanissima Sara Susetti nella spada, assente a Brescia per malattia.La settimana successiva al GPG di Riccione vedremo invece il bravo Lorenzo Giori che in Coppa Italia di spada ha staccato il pass per la prova nazionale di Ancona che si svolgerà nella settimana dal 9 al 13 maggio.In bocca al lupo agli atleti e buon lavoro a tutti!!! Leggi tutto Condividi
+Copia link
GAM, serie C1: prima squadra qualificata agli Interregionali!!! GAM, serie C1: prima squadra qualificata agli Interregionali!!! 29 marzo 2016 - Ambra Ferranti Ad Arcore, il 20 marzo 2016, si è svolta la 2° prova di serie C1/C2. Dopo una settimana è uscita la classifica ufficiale del Campionato, siamo nei primi 28 e quindi qualificati per l’Interregionale!! “La qualifica della squadra A era l’obiettivo della stagione ed è una grande soddisfazione averlo raggiunto” - spiega il tecnico Fausto Cabrini, “la squadra B, invece, ha partecipato per onor di firma. Ebbene, rischiamo di qualificarci anche con la B che è 29°. Considerando che si qualificano le prime 28 squadre, la nostra B potrebbe essere prima o seconda riserva. Se il risultato della A era pressoché scontato, per nulla lo era quello della squadra B, che mi ha davvero stupito. Daniele Zanoni, Simone Rocco e Dennis Arcieri sono riusciti a migliorarsi di 4 punti rispetto alla 1° gara. Considerando che Daniele è al primo anno di Allievi, Simone Rocco è stato preso a settembre dalla GPT e scaraventato in C1, e Dennis con tutte le sue difficoltà, hanno fatto un grossissimo passo avanti!! Sono molto fiero di loro!! Con la squadra A, Tommaso Perboni, Emmanuel Bellido, Matteo Faustinoni, abbiamo superato la soglia dei 150 punti, che era l’obiettivo che ci eravamo prefissati lo scorso anno… e l’abbiamo raggiunto pur non avendo Jacopo, infortunato, e Francesco, che ha cambiato categoria. Considerando che Tommaso, Emmanuel e Matteo rimarranno ancora un anno in C1, è un risultato di grande rilievo. Visto l’infortunio di Jacopo, non era facile riuscirci e invece questi ragazzi hanno migliorato di 5 punti rispetto alla 1° gara. Il lavoro in palestra sta dando i propri frutti: Emmanuel e Tommy hanno superato i 50 punti e Matteo è lì vicino, a 49,8. Questo è il frutto del lavoro del nuovo team tecnico della maschile: con Jessica Moretti e Sara Marini stiamo facendo un ottimo lavoro e si vede. Fino a un anno fa prendevamo 10 in parallele e sbarra, quest’anno abbiamo tutti e 3 gli atleti sopra i 12 in parallela e 2 con quasi 13 alla sbarra. Sinonimo di crescita e lavoro fatto nella direzione giusta… abbiamo infatti ricevuto anche i complimenti dal direttore tecnico regionale, che ha subito notato i miglioramenti. L’Interregionale sarà su 6 attrezzi e non si scarta nessun punteggio… sembrava una gara impossibile fino all’anno scorso e invece quest’anno non solo siamo coperti a tutti gli attrezzi ma abbiamo addirittura una riserva. L’ambizione è di riuscire a passare ai Nazionali come l’anno scorso, ma la difficoltà di quest’anno è che in C1 ci sono meno squadre ma più forti. Se l’anno scorso potevamo puntare sul fatto che magari non tutti erano supercompetitivi, quest’anno non c’è più questa possibilità perché i meno forti hanno optato per la C2… rientrare tra i primi 20 sarà davvero difficile, tuttavia ci proviamo, speriamo di recuperare Jacopo e vediamo cosa succede. Gli esercizi ci sono e i ragazzi sono motivati!” Allora forza guerrieri, avanti così!!! Guarda la classifica della 2° provaGuarda la classifica del Campionato Leggi tutto Condividi
+Copia link
Passo falso Passo falso 08 marzo 2016 - Ambra Ferranti 2^ prova serie B nazionale - Ancona, 4 marzo 2016di Stefano BarbareschiLa Fanfulla inverte l’ordine degli addendi ma il risultato non cambia. Dopo la prima prova, a volteggio, parallele e corpo libero si sostituiscono alcune pedine, un po' per scelta tecnica ma sopratutto per problemi fisici e infortuni durante la gara. Sta di fatto che dopo il positivo 5° posto di Rimini, ci si aspettava almeno una riconferma. L'ottavo posto complica un po' la classifica, soprattutto conferma le difficoltà di fare punti a corpo libero e volteggio, complice anche l'infortunio di Giorgia. Alle parallele nonostante gli errori si tiene il passo, l'unica certezza è la trave che anche in questo appuntamento si conferma la migliore del campionato.Proprio l’errore sul doppio carpiato della capitana al corpo libero ha condizionato l’attrezzo e il prosieguo della gara al volteggio. Nonostante si sia migliorata rispetto alla prova di Rimini alle parallele, riproponendo il salto Ray, la caduta che le ha procurato una forte contusione alla caviglia l’ha resa inabile e ha costretto le compagne a farsi carico della sostituzione. Alessia apre la gara delle bianconere con una parallela un po' imprecisa ma abbastanza per fare punti, poi un arrivo maldestro in prova le provoca un risentimento al ginocchio, così alla trave stringe i denti e porta a termine un esercizio non brillante, ma comunque più complesso di Rimini con l’inserimento della serie acrobatica. Il problema al ginocchio la costringe a dare forfait al corpo libero, poi, visto il problema di Giorgia è costretta anche a saltare al volteggio nonostante il poco allenamento sull’attrezzo. Il salto un po' improvvisato pecca solo di profondità, sfiora la tavola con i capelli e si prende una doppia penalità. Arianna butta alle ortiche un’esercizio che le avrebbe fruttato oltre 11 punti alle parallele, mancando completamente il salto tkatchev, il resto dell’esercizio è la dimostrazione che il valore c’è. Meno presunzione e più umiltà le consentiranno di togliersi grandi soddisfazioni in questa specialità. Poi al volteggio è stata molto brava a realizzare il suo primo yurchenko carpio, che a breve diventerà teso, penalizzato però per l’arrivo troppo vicino alla tavola. Marta si fa trovare pronta a sostituire Alessia al corpo libero, l’esercizio, in sé abbastanza “pulito” sulla parte artistica, un po' “sporco” sull'acrobatica, non va oltre l’11,350, ma quanto meno le consente di prendere fiducia dopo la delusione di Rimini.Benedetta e Lisa, ormai mature, sanno gestire le loro emozioni, Benny riporta in trave la serie acrobatica che gli ha tolto il podio alla finale di specialità del 2014 e la esegue con straordinaria determinazione, se non fosse per lo sbilanciamento nella ribaltata senza, avrebbe stampato il best score di giornata (seconda a 0.05). Al corpo libero decidiamo di non rischiare ancora il doppio raccolto e il punteggio non supera ancora quota 12, ma comunque è il migliore della squadra; al volteggio stampa il suo 13,200 (settimo punteggio assoluto). Lisa sulla “sua trave” esegue l’esercizio più bello di giornata ma una giuria “cavillosa” le toglie la serie artistica (0,50)... il totale è di 12,100 (quarta assoluta, best score 12,350). Quando si rimetterà in forma potrà dire la sua anche agli altri attrezzi."All’interno della squadra ci sono fragili individualità ma anche solide garanzie che nelle due gare hanno da un lato compromesso e dall’altro compensato il risultato. È vero anche che il margine c'è ed è chiaro ai tecnici e alle atlete, ma se non lo si concretizza rimarrà solo nell’immaginario. Adesso il vero dilemma è tra quanto lavorare sull’aumento del valore di partenza, spingendosi oltre con le difficoltà, e quanto sulla pulizia degli elementi già consolidati. Ci confronteremo fra noi tecnici e da lunedì si parte con la preparazione della trasferta di Roma.A metà campionato sono ormai in fuga Cesena e Milano, mentre il gruppetto che si contenderà il 3° posto si trova compresso in 6 punti. La gara ha dimostrato che il divario tra la seconda e l’ottava (squadre che si contendono la promozione) è di soli 4 punti, quindi ogni prova può sparigliare le carte.Vediamo comunque il lato positivo, pur commettendo diversi errori e non sfruttando le opportunità, siamo lontani dalla retrocessione e a 6 punti dalla promozione. Le trasferte di Roma e Torino diventano a questo punto due finali da affrontare all'attacco, le strategie a questo punto non consentono altro. Nella capitale, il 1 aprile, si partirà proprio dal corpo libero, e si terminerà alla trave. Le nostre guerriere hanno 4 settimane per prepararsi al duello, come i Gladiatori dell’antica Roma, costretti a durissimi allenamenti quotidiani e all’osservanza di una disciplina ferrea, per poi nell’arena sfidarsi all’arma bianca, “ne rimarrà soltanto uno”. Forza e onore, ragazze! Guarda l'album fotografico Leggi tutto Condividi
+Copia link
Fanfulla Gam: inizio di stagione col botto! Fanfulla Gam: inizio di stagione col botto! 03 marzo 2016 - Ambra Ferranti A Mortara, il 20 febbraio, si è svolta la 1° prova regionale del Trofeo juniores. 1° e 7° posto per i nostri Manuel e Francesco. Nessuno se l’aspettava, è una gara difficilissima che non abbiamo mai disputato, ma la new entry bianconera Manuel Yuri Benna è riuscito a vincere a 3 punti dal secondo, con il miglior punteggio in quasi tutti gli attrezzi, tranne Corpo Libero, dove è stato proprio Francesco Bignamini a fare il miglior punteggio della giornata! Un inizio col botto!! Il tecnico Fausto Cabrini: “Manuel è un veterano juniores che lavora con noi da qualche mese, abbiamo spolverato 3 anni di ruggine ed è venuto fuori… cioè abbiamo costruito esercizi a tutti gli attrezzi mentre prima faceva solo cl e volteggio. Non è ancora guarito completamente da un infortunio al tendine d’achille e infatti nessuno si aspettava vincesse. Non è una gara semplice: fai 6 attrezzi e scarti i 2 punteggi peggiori. Francesco era al debutto nella categoria junior, quindi risultato più che positivo! Non c’erano velleità particolari, doveva fare solo la gara anche perché era tutto nuovo, da scoprire… e invece ha fatto anche il risultato!! Non solo ha partecipato in maniera decorosa ma addirittura ha fatto il 1° punteggio al cl, al volteggio ha portato per la prima volta lo yurchenko, in piedi, solo con qualche incertezza all’arrivo; alla sbarra esercizio nuovissimo finito bene, e per un atleta che arriva dalla sbarra bassa non è poco. Grande soddisfazione!! E’ stata in pratica un’azione di recupero con qualche inserimento nuovo per Manuel, che abbiamo rimesso in pista e sostenuto per tirarne fuori l’indiscusso talento e Francesco ha ottenuto il massimo, era una scommessa anche solo partecipare. ” Nella stessa giornata si è svolta la 1° prova regionale di serie B1, a cui per la prima volta ha partecipato anche la Fanfulla con Alquati Mario che è stato richiesto dalla Forza e Costanza di Brescia. Per noi è un importante riconoscimento, del lavoro fatto e delle qualità ben note del nostro atleta. È la prima volta che altre società ci chiedono un ginnasta per gare di altissimo livello. “Mario ha fatto 2 attrezzi, cl e volteggio (vengono considerati i punteggi di almeno 3 atleti, 2 punteggi per attrezzo), che sono entrati in classifica e, anzi, è stato il migliore della sua squadra. Purtroppo sono arrivati 6° per un problema agli anelli, hanno perso 4 punti per mancanza di esigenza specifica. Senza questo inconveniente, con l’apporto di Mario, avrebbero potuto mirare al podio.” La 2° prova sarà il 9 aprile ad Arcore e si assegnerà il titolo di campione regionale per poi passare alla fase interregionale/nazionale. Domenica 21, il giorno dopo, è stato il turno della Serie C1: 2 squadre in gara, squadra A e squadra B.Fausto Cabrini: "Purtroppo sabato si è fatto male Jacopo e, per un'incomprensione con la segreteria organizzativa, non è potuto subentrare Matteo, nemmeno nella squadra B, a cui serviva la sua sbarra per completare tutti gli attrezzi... insomma, rimane il rammarico di non aver potuto fare il massimo. Ma, nonostante tutto, nonostante Jacopo dolorante, la squadra A è arrivata 23°. Jacopo Clerici, Tommaso Perboni, Emmanuel Bellido e Matteo Faustinoni sono già praticamente qualificati alla fase successiva. La squadra B invece, avendo gareggiato senza un attrezzo, ha finito 28° a 1 punto dalla qualificazione all’interregionale, che appunto avrebbe raggiunto con l’attrezzo in più. Ma in realtà è solo la squadra A ad avere come obiettivo la qualifica, la squadra B deve fare esperienza e più esercizi possibile. Zanoni Daniele e Arcieri Dennis sono giovanissimi e Rocco Simone, che gareggiava con la Liberi e Forti ed è con noi solo da settembre, è stato letteralmente “prelevato” dalla gpt (dove è arrivato 6° in classifica generale all’ultima prova) e messo in C1. Insomma, la squadra B è andata oltre le più rosee previsioni, considerando la mancanza di un esercizio che sono 2-3 punti e la A, pur menomata dall'infortunio di Jacopo, si è ben difesa. La seconda prova sarà il 20 marzo ad Arcore e vedremo di migliorarci recuperando Jacopo che ha una lussazione della spalla. Se non ci avesse gareggiato sopra, sarebbe stato anche meno grave. La C, quindi, è andata bene malgrado tutto, e siamo ottimisti per la prosecuzione del campionato. All’interregionale si lavora su tutti e 6 gli attrezzi e sarà durissima ma ce la faremo, come l’anno scorso!!” Leggi tutto Condividi
+Copia link
Prime Prove Regionali 2016: “È stata dura ma ne è valsa la pena!” Prime Prove Regionali 2016: “È stata dura ma ne è valsa la pena!” 29 febbraio 2016 - Ambra Ferranti di Valentina ChiodaroliSpesso si dice: "È stata dura ma ne è valsa la pena!"Ebbene, questa frase calza a pennello per ognuna delle prime prove regionali dei tre campionati in cui le nostre Fanfulline sono state impegnate.Le prime a scendere in campo in quello che è il campionato più complesso nella categoria Allieve sono state le più giovani: Cecchi Giuditta, Consolino Sara, Gerges Miral, Madonini Aurora e Lupi Carlotta . Per loro l'obiettivo da raggiungere era la sola partecipazione, infatti il livello di preparazione delle ginnaste avversarie era, come da pronostico, molto alto, ma i tecnici della Fanfulla hanno voluto far capire alle loro atlete a che punto sono arrivate con il loro duro lavoro e fin dove vogliono spingersi continuando a farlo. Certo rimane un po' di amarezza per il piazzamento modesto ma vedere le bimbe nuovamente in palestra il giorno successivo con la carica di chi vuol dare il massimo rende dolce ogni salita impervia.Nel Torneo Allieve si sono invece presentate in pedana Gaia Cecere ed Elena Redaelli, rispettivamente 17^ e 59 ^ su 106 partecipanti. Concentrate nei primi tre attrezzi, hanno pagato pegno nel quarto e più ostico, la trave ma l'esperienza maturata finora in gara ha fatto sì che Elena e Gaia siano riuscite a gestire meglio la tensione nella prova del Campionato di serie B2 dove hanno esordito insieme alle ginnaste più "mature" .Le nostre squadre erano due, la squadra A, formata da Petrean Emanuela, Pernigoni Alice e Gaia Cecere, si è classificata 16^ raggiungendo l'obiettivo prefissato di entrare nelle prime 20 in regione, la squadra B, formata da Porro Sabrina, Fratantoni Lara, Cabrini Sarà e Elena Redaelli, ha occupato invece la 32^ posizione.Al di là dei risultati positivi o negativi, è impagabile vedere le ginnaste grandi sostenere e incitare le più giovani, e vedere una nostra atleta esultare dopo un difficile salto al volteggio e sentirle dire che non smetterà mai di fare ginnastica .Sabato 27 è iniziata la seconda fase di questi campionati. Sperando di poter passare alle fasi nazionali continuiamo a seguire le Fanfulline e a fare il tifo per loro! Leggi tutto Condividi
+Copia link

Privacy

Valida dal: 20 maggio 2018

 

INFORMATIVA RESA AI SENSI DEGLI ARTT. 13-14 DEL GDPR (GENERAL DATA PROTECTION REGULATION) 679/2016

 

 

Gentili Associato e non associato, il trattamento dei dati personali sarà improntato come da normativa indicata sui principi di CORRETTEZZA, LICEITÀ, TRASPARENZA e di TUTELA DELLA SUA RISERVATEZZA E DEI SUOI DIRITTI. Ai sensi dell’articolo 13 del GDPR 679/2016, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni:

 

I dati personali rilasciati al momento dell’iscrizione (nome, cognome, indirizzo email, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita e Codice Fiscale) saranno oggetto:

 

·         in relazione ad obblighi legali, fiscali, assicurativi e statutari:

 

-       di trattamento relativo alle finalità istituzionali esercitate dell’associazione

 

-       di trattamento finalizzato a rendere possibile la vita associativa nell’Associazione che, tra l’altro, può comportare la diffusione dei dati personali nei comunicati stampa e negli articoli periodicamente pubblicati e diffusi anche online

 

-       di trattamento finalizzato agli obblighi amministrativi, fiscali e contabili dell’associazione stessa (ivi compresa l’emissione di ricevute, la produzione di certificazioni telematiche, la tenuta del libro degli associati, etc.)

 

-       di trattamento relativo alla condivisione dei dati con gli Enti sportivi a cui l’associazione è affiliata ed agli altri enti e aziende con cui l’Associazione entra in contatto per fini istituzionali, assicurativi e per lo svolgimento o la partecipazione a manifestazioni, competizioni ed altre attività istituzionali.

 

·         In relazione a necessità di profilazione e di comunicazione delle attività dell’Associazione:

 

-       di trattamento connesso alla necessità di comprendere, per il raggiungimento delle comuni finalità istituzionali statutarie, quali siano le attività più idonee per gli associati/tesserati/utenti/clienti

 

-       di trattamento connesso alla necessità di proporre le attività più idonee agli associati/tesserati/utenti/clienti

 

-       di trattamento connesso alla necessità di informare gli associati circa le attività dell’Associazione mediante Newsletter

 

(I dati raccolti potranno essere comunicati, allo studio Minoja-Carabelli consulente fiscale dell’associazione, per adempiere agli obblighi fiscali e ai collaboratori interni dell’Associazione per fini organizzativi.)

 

Si informa che, tenuto conto delle finalità del trattamento come sopra illustrate, il conferimento dei dati è obbligatorio ed il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrà avere, come conseguenza, l’impossibilità di svolgere l’attività dell’Associazione e di assolvere agli adempimenti previsti dallo statuto stesso.

 

Ove il soggetto che conferisce i dati abbia un'età inferiore ai 18 anni, tale trattamento è lecito soltanto se e nella misura in cui, tale consenso è prestato o autorizzato dal titolare della responsabilità genitoriale per il quale sono acquisiti i dati identificativi sopra citati.

Il trattamento sarà effettuato dal personale incaricato dall’associazione mediante strumenti manuali e/o informatici e telematici con logiche di organizzazione ed elaborazione strettamente correlate alle finalità stesse e comunque in modo da garantire la SICUREZZA, L’INTEGRITÀ e la RISERVATEZZA dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti.

Si informa che i dati dell’associato e/o del tutore legale e le informazioni relative alle loro attività sono comunicati, con idonee procedure, a fornitori di servizi software (TeamArtist) anche operanti al di fuori del territorio nazionale (anche extra UE).

I dati personali vengono conservati per tutta la durata del rapporto di associazione e/o mandato e, nel caso di revoca e/o altro tipo di cessazione del rapporto, nei termini prescrizionali indicati nell’art. 2220 del Codice Civile.

 

Infine fornendo il consenso alla presente informativa sulla privacy:

 

                              

 

 

Lei potrà, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:

- di accesso ai dati personali;

- di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge;

- di opporsi al trattamento;

- di opporti alla portabilità dei dati;

- di revocare il consenso, ove previsto nei casi in cui ciò non confligga con altre disposizioni di legge: la revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso conferito prima della revoca;

- di proporre reclamo all'autorità di controllo (Garante Privacy).

L’esercizio dei suoi diritti potrà avvenire attraverso l’invio di una richiesta mediante email all’indirizzo PEC: gin.fanfull@pec.it

Il Titolare del trattamento dati è l’Associazione Fanfulla 1874 – Asd Ginnastica e Scherma                                                   con sede legale in Lodi - (LO) - 26900, Piazzale degli Sport snc. Il Responsabile del Trattamento, cui è possibile rivolgersi per esercitare i diritti di cui all'Art. 12 e/o per eventuali chiarimenti in materia di tutela dati personali, è raggiungibile all’indirizzo PEC: gin.fanfulla@pec.it

 

IL TITOLARE

L'Associazione Fanfulla 1874 – Asd Ginnastica e Scherma